Spedizione gratuita a partire da €100 e consegna in 24/48 ore in Italia (eslusi sabato, domenica e festivi).

Setto deviato: cause, sintomi e terapie

setto deviato naso sintomi terapia diagnosi complicanze

Condividi questo articolo >

Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Per setto deviato si intende un dislocamento della parete sottile che separa la cavità nasale. Si stima che l’80% della popolazione è affetto da una qualche forma di deviazione del setto, ma solitamente si considera patologica soltanto nei casi di deviazione più gravi; di conseguenza le stime reali sono molto più basse.Quando i sintomi interferiscono nella respirazione si ricorre all’uso di anti infiammatori o alla chirurgia.

In questo articolo:

  • 1. Cos’è il setto deviato?
  • 2. Cause
  • 3. Sintomi e complicanze
  • 4. Diagnosi
  • 5. Terapia

1. Cos’è il setto deviato?

Il setto nasale è una parete di cartilagine e tessuto connettivo che separa i passaggi nasali; questi ultimi sono ricoperti dalle membrane mucose.

Quando il setto nasale è spostato significativamente verso un lato, un passaggio nasale è più largo dell’altro. In base alla gravità di questa differenza possono manifestarsi ostruzioni nasali, problemi respiratori e una diminuzione del passaggio d’aria. Un setto disallineato può anche interferire con il drenaggio nasale e quindi a un aumento delle infezioni e del gocciolamento.

2. Cause

Sebbene alcuni casi di deviazione del setto siano di natura genetica o ereditaria, il disturbo può nascere anche in seguito a traumi e infortuni.

Il setto deviato può svilupparsi in fase embrionale, mentre il feto è ancora nella placenta oppure durante il parto. Un studio condotto in India nel 2012 ha rilevato che la deviazione del setto neonatale affligge il 20% dei neonati; questi casi sono riconducibili a difficoltà durante il parto e avvengono in caso di parti di neonati di peso maggiore o durante parti problematici.

Le deviazioni del setto congenite si presentano solitamente a forma di S o C, sono spesso omogenee e si trovano per lo più nella porzione anteriore del naso. La gravità della deviazione può aumentare o modificarsi naturalmente con la crescita.

In altre fasi della vita, le deviazioni del setto di natura traumatica o da infortunio tendono ad avere angoli vivi e forme irregolari, impattano su tutte le aree del setto allo stesso modo e possono includere porzioni di cartilagine fratturata o dislocata.

3. Sintomi e Complicanze

I sintomi più comuni della deviazione del setto sono: difficoltà di respirazione, sinusiti ricorrenti, infezioni o infiammazioni delle membrane mucose nasali. A volte questi sintomi vengono confusi con infezione respiratorie, raffreddore comune o allergia; chi è affetto da deviazioni del setto poco marcate potrebbe notare questi sintomi soltanto in questi casi.

Altri sintomi associati alla deviazione del setto possono essere:

  • ostruzione nasale, spesso più grave solo da un lato
  • congestione nasale
  • sinusiti ricorrenti
  • sinusiti resistenti ai farmaci
  • epistassi frequenti
  • secchezza e croste nella narice più larga, causate dall’aumento del flusso di aria che asciuga le membrane mucose
  • respirazione rumorosa nel sonno
  • dolore facciale
  • gocciolamento
  • mal di testa
  • russamento
  • fischi durante l’inspirazione o espirazione
  • tendenza a dormire da un lato, spesso il lato opposto al passaggio nasale bloccato
  • In casi gravi, apnea del sonno

I casi di deformità importanti possono avere effetti ancor più gravi sui neonati a causa dei passaggi respiratori più piccoli e della respirazione prevalentemente nasale. Le complicanze di questi casi possono potenzialmente essere fatali.

È consigliabile consultare il medico qualora la respirazione diventasse difficoltosa o faticosa, oppure se si verificassero vertigini o capogiri.

4. Diagnosi

Ci sono molti altri disturbi che possono provocare sintomi simili, come la poliposi nasale, le infezioni o le allergie, quindi tipicamente è necessaria una visita specialistica da un’otorinolaringoiatra (ORL).

Quando il disturbo è sospetto il dottore ripercorre la storia medica del paziente per ricercare le possibili cause tra cui infortuni, interventi chirurgici e sintomi cronici, e esamina fisicamente il setto nasale utilizzando uno speculum nasale e una fonte luminosa.

5. Terapia

Se i sintomi del setto deviato non sono problematici o gravi, la terapia non è particolarmente complessa. Per i casi meno gravi infatti esistono sia terapie con dispositivi medici, sia terapie farmacologiche.

Le terapie più comuni prevedono:

Chi è affetto da sintomi persistenti dovrebbe ridurre anche l’esposizione agli agenti irritanti, come gli allergeni, che aumentano la probabilità della comparsa dei sintomi e del loro aggravarsi.

La settoplastica è la terapia chirurgica raccomandata per i casi più gravi di deviazione del setto. Solitamente si conclude in 1 o 2 ore in anestesia generale o locale e non produce escoriazioni o cambiamenti del naso esterni visibili. Una volta smaltita l’anestesia, la maggior parte delle persone può tornare a casa.

Nelle deviazioni del setto più gravi le terapie disponibili sono molto spesso invasive ed è richiesta la chirurgia nasale oltre alla settoplastica; in questi casi la regione del setto compromessa può anche essere asportata, rimodellata e reinserita.

La maggior parte degli interventi viene eseguita su pazienti di età superiore a 18 anni poiché durante l’infanzia e l’adolescenza la cartilagine del setto è in crescita e si va modificando costantemente.

Come ogni intervento chirurgico, vi sono dei rischi legati alla settoplastica e alle altre operazioni chirurgiche nasali, e sono legati all’anestesia, alle emorragie e alle infezioni.

In base ad alcuni fattori, quali età del paziente e gravità della deviazione, possono essere necessarie procedure o interventi chirurgici ripetuti. Nel caso in cui il setto deviato fosse la prima e unica causa dei problemi respiratori o delle sinusiti, i sintomi solitamente si riducono o si risolvono immediatamente a seguito della settoplastica o della chirurgia.

Trad. it. a cura dell’autore

Fonte: medicalnewstoday.com

Leggi anche:

Iscriviti alla nostra Newsletter

Rimani sempre aggiornato

Potrebbe interessarti...

coronavirus malattie respiratorie e lavaggio nasale
Medicina

Coronavirus, malattie respiratorie e lavaggio nasale

I pediatri e pneumologi Silvestre, già primario dell’Ospedale Pediatrico di Pescara, e Cutrera (Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma e presidente SIMRI) spiegano alcuni aspetti

Secchezza naso secco rimedi naturali
Salute e Benessere

Naso secco: cause e rimedi casalinghi

Naso secco: cause e rimedi casalinghi Usare un umidificatore Inalazione di vapore (suffumigi) Mantenersi idratati Spray nasali Irrigazione nasale (lavaggio nasale) Quando consultare il medico

Vuoi tornare a respirare?

Vieni a conoscere i nostri dispositivi medici

Sono un medico o un professionista della Sanità.

Registrati e accedi a:
- Informazioni di natura medica complete;
- Aggiornamenti scientifici;
- Contenuti riservati.

Sono un utente normale

N.B.: Alcune informazioni non saranno accessibili

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza. Con il tuo uso continuato di questo sito accetti tale utilizzo. Leggi la Privacy Policy